Seminatore

Sangue

XVI settimana T.O.

Può generare un certo imbarazzo l’insistenza della prima lettura nel fatto di stabilire un nesso così forte tra l’accoglienza dell’alleanza con Dio è il segno del sangue. L’accoglienza del popolo di quelle parole che hanno il compito di tenere viva la relazione di ogni cuore con il desiderio dell’Altissimo che permetta all’umanità di entrare nel progetto di Dio per la vita di tutti è sancita così: <Mosè prese il sangue e ne asperse il popolo, dicendo: “Ecco il sangue dell’alleanza che il Signore ha concluso con voi sulla base di queste parole!> (Es 24, 8). La risposta generosa del popolo sembra esigere un segno forte che ne sottolinei la serietà di coinvolgimento: <Quanto ha detto il Signore, lo eseguiremo e vi presteremo ascolto> (24, 7). Come nella vita di relazione, quando le relazioni sono autentiche e forti, così nel rapporto con il Signore ciò che viene prima, ciò che viene subito è l’adesione del cuore che si fa pratica e non si perde in vuote teorie.

Nel Vangelo, il Signore ci racconta un’altra parabola: <Il regno dei cieli è simile a un uomo che ha seminato del buon seme nel suo campo> (Mt 13, 24). Questo non toglie che <venne il suo nemico, seminò della zizzania in mezzo al grano e se ne andò> (13, 25). Al panico dei servi corrisponde la calma operosa del padrone che dimostra una grande fiducia nel fatto che per quanto possa essere più difficile e faticoso far crescere insieme la zizzania e il buon grano, questo non significa che non lo si potrà distinguere e raccogliere <granaio> (13, 30). Il primo passo sembra essere proprio quello della fiducia nella e verso la vita senza cedere ad inutili allarmismi e a frettolose soluzioni che rischiano di fare più male che bene.

Non bisogna mai scendere a patti con la violenza, nemmeno quella animata dai sentimenti più generosi di mettere ordine e di fare pulizia… la giustizia, secondo il cuore di Dio, segue il ritmo della vita che non è scritta nella sabbia e nella polvere, ma sulla pietra e con il sangue tanto da poter confidare che tutto andrà per il meglio e conoscerà la sua pienezza. 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *