Due nuove pubblicazioni di fr. MichaelDavide

Mia gioia, Cristo è risorto! Meditazioni quotidiane da Pasqua a Pentecoste, ed. Messaggero Padova

Il tempo di Pasqua rappresenta per i cristiani una sfida ancora più grande di quella della Quaresima: non è facile perseverare nella gioia! Più volte papa Francesco ha messo in guardia dal rischio di essere «cristiani musoni», con un’eterna faccia da quaresima, incapaci di gustare e testimoniare la gioia pasquale. Con questo “piccolo breviario” fratel MichaelDavid ti accompagna, giorno dopo giorno, dalla domenica di Pasqua fino a quella di Pentecoste, a scoprire, gustare e condividere la gioia cristiana. Come? Semplicemente con l’ascolto di un versetto della parola di Dio tratto dalla liturgia del giorno, con una brevissima meditazione e un’invocazione da far tua e ripetere nel corso della giornata.

Lettere a Giobbe. Sul mistero della gioia e del dolore, ed. Terra Santa

«Caro Giobbe, da tempo pensavo di avviare con te una corrispondenza intima e familiare. Come tutti anch’io ho bisogno, in certi momenti, di un interlocutore con cui non solo condividere le mie ansie e le mie speranze, ma – forse ancor più – di qualcuno con cui crescere… per comprendere il mistero della vita».

Il compito di ogni uomo e donna sulla terra è quello di imparare a resistere alla grande tentazione di trasformare l’intera esistenza in una fossa di macerazione nella rabbia e nel rammarico. Nessun dolore e nessuna sofferenza sono per se stesse un inferno, per quanto le pene e le angosce lo facciano talora sentire e pensare, ma il rammarico lo è, il suo «verme non muore».

Il libro di Giobbe è un vero compagno di viaggio per quanti sono toccati e, talora, segnati a fuoco dal mistero del dolore. Egli ha dovuto – e forse persino voluto – affrontare l’enigma del dolore sulla propria pelle. Sin dall’alba dei tempi, la sua figura si fa per noi insostituibile compagnia dei giorni, più spesso delle notti, rischiarate dall’unica luce del tenebroso dubbio in cui confluiscono tutte le nostre più sofferte domande.

In questa rilettura epistolare del libro di Giobbe, Fratel MichaelDavide offre una meditazione che regala lucidità e serenità, per superare la rassegnazione e la rabbia che la sofferenza spesso porta con sé. Una delicata e profonda riflessione sull’arte di vivere (e di morire) che prende le mosse da una constatazione tanto semplice quanto rassicurante: Giobbe è nostro amico e possiamo parlare a cuore aperto con lui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.