Benedetto, Francesco d’Assisi e Charles de Foucauld, tutti e tre in qualche modo legati alle nostre storie personali, sono i riferimenti del nostro cammino spirituale, i nostri tre “padri”:

S. Benedetto, con il bagaglio così ricco della tradizione monastica, che è per noi illuminante riguardo alla modalità di donarci interamente al Signore nella preghiera, nel lavoro manuale e nell’accoglienza;

S. Francesco d’Assisi nel suo tratto più mistico e contemplativo, che attraverso lo spirito di povertà e minorità, e la vita sobria ci aiuta a vivere la relazione con gli altri e con il cosmo;

il Beato Charles de Foucauld, come profeta per i nostri tempi, che ci indica nella marginalità e nella discrezione la via più propria a noi per essere testimoni del Crocifisso Risorto nel mondo di oggi, facendo dell’altro il nostro punto di orientamento.

Alla scuola di questi tre padri cerchiamo le tracce su cui muovere i nostri passi alla sequela del Signore Gesù Cristo, nella compagnia dei nostri fratelli e sorelle in umanità.

«Tu, sopraffatto dal timore, non fuggire subito! È naturale, infatti, che, agli inizi, la via sia stretta e faticosa, ma poi, avanzando nel cammino di conversione e di fede, si corre con cuore dilatato e con ineffabile dolcezza di amore.» (dalla Regola)