UNA SPERANZA NUOVA

                                                  PREGHIERA DI PERDONO

” Dio santo, tu ci hai chiamato alla santità e ci hai inviato agli uomini come testimoni della tua verità.

Ci hai illuminato con la Luce del Vangelo e vuoi che viviamo comme figli della luce.

Ti preghiamo :

Dacci il coraggio di dire la verità e la libertà di proclamare la nostra responsabilità.

Salvaci dalla tentazione di negare i crimini e nascondere l’ingiustizia. E dacci la forza di ricominciare da capo e di non arrenderci quando il peccato e la colpa oscurano la luce del Vangelo.

Rafforza la nostra fiducia in tuo Figlio, che da solo è la via, la verità e la vita

IL TUO NOME SIA LODATO PER TUTTA L’ETERNITA’ ! “

QUANDO LE PAROLE NON BASTANO PIU’:

Anche se l’articolo e la riflessione di DANIELE HERVIEU-LEGER può spiegare certe cause storiche e psicologiche del “crollo” della Chiesa  (francese), non dobbiamo sottovalutare l’influenza dei Cristiani riformati, soprattutto nella regione dell’Alsazia, bagnata dalla mistica renana. Il cambiamento futuro potrebbe ben venire dai fedeli e, più particolarmente, dalle… donne, molto implicate nell’evangelizzazione! Dopo aver vissuto tanti anni la missione evangelica come una condivisione fraterna tra laici e sacerdoti, oggi le cose sono cambiate, ma la “rivoluzione – risurrezione” che abita il cuore del popolo di Dio e l’anima un po’ “ribelle” del francese (l’attualità sociale di queste ultime settimane rende conto del grido del popolo) ha nascosto la possibilità, il “potere”, e la rivolta nel più profondo dell’essere per dire : “NO” !

  • NO ad una Chiesa di funzionari ( Eugen DREWERMANN l’aveva già denunciata nel suo libro : LES FONCTIONNAIRES DE DIEU )
  • RITROVIAMO  la motivazione mistica, sincera e profonda della missione di ciascuno… Non dovrebbe essere questa la prima domanda da  cercare davanti al Signore prima di “entrare in religione” ?
  • NO ad una Chiesa dogmatica che punta il dito su l’importanza prioritaria delle obligazioni, interdetti, della perfezione, invece di insegnarci ad aprire il nostro cuore per scoprire il “tesoro nascosto”.
  • RITROVIAMO il profumo della Parola evangelica, libera, preziosa, che ci fa vivere e sviluppa il nostro essere profondo. Non dovrebbe essere questo il primo insegnamento della Chiesa: aiutare gli uomini a scoprire il Signore?
  • NO a l’accettazione di un poter dispotico (dei laici o dei sacerdoti) che impone un punto di vista rigido dimenticando che, anche se siamo differenti, siamo tutti fratelli.
  • RITROVIAMO lo spirito della prima comunità apostolica. Non dovrebbe essere questo la gioia della relazione fraterna?

“SCEGLI LA VITA” ci dice il profeta… allora la CHIESA potrà di nuovo fiorire e profumare il mondo.

 

 

CHI SIAMO? DOVE ANDIAMO?

A MULHOUSE, città francese vicina alla Germania e alla Svizzera, c’è un “muro” STREET ART “chiamato: M.U.R. (Modulabile Urbano Reattivo) che accoglie, ogni mese un artista del mondo, conosciuto o no, invitato a dipingere sul grande muro bianco di 11×5 metri un’emozione sua.

Questo mese di Ottobre 2018, per il 52° M.U.R., l’artista NICOLA ARAMU (italiano di Venezia) ci invita a mettere un po’ d’umanità nella nostra vita!

La sua espressione artistica intitolata “CHI SIAMO? DOVE ANDIAMO?” parla con grande sensibilità a tutta la gente lontana o vicina, del tempo passato o presente che cammina insieme nella stessa direzione, come una grande sinfonia d’umanità!

Utopia di un mondo sognato o proiezione di una realtà da costruire? A noi di scegliere…

L’arte potrebbe aiutarci ad accogliere le differenze e a vivere tutti insieme in armonia… dovrebbe essere possibile… basterebbe aprire i nostri cuori…

 

 

 

PROFUMO DI TRASFIGURAZIONE

” Giungerà sicuramente il giorno

in cui il colore non significhi nulla più del tono della pelle,

quando la religione venga vista unicamente come il modo di parlare all’anima di qualcuno,

quando i luoghi di nascita abbiano il peso di un lancio di dadi e tutti gli uomini siano nati liberi,

quando la comprensione nutre l’amore e la fratellanza”

J. Baker

 

… Allora, sì, questo giorno sarà un giorno di bellezza che ricorda un paradiso perduto e richiama con nostalgia un paradiso promesso… un giorno di profumo di trasfigurazione!

IN STRADA, COME BARNABA…

GRAZIE alla KOINONIA per il suo “blog” che ci permette di “prendere la parola” per condividere … con il mondo ! E’ un privilegio dato a ciascuno di noi  “per uscire del centro e entrare nel cerchio” (secondo la bellissima espressione di papa FRANCESCO)!

Dopo aver letto l’ultimo libro di Fratel MICHAELDAVIDE ( Preti senza battesimo? – La Vérité vous rendra libres ( in francese) – ), vorrei solo dire che, in mezzo delle 150 pagine profetiche che danno speranza nuova per i discepoli di Gesu Cristo, ho scelto 3 “parole”, per dare un soffio di vita alla nostra Chiesa :

–   “il pericolo di cadere in una pratica più religiosa che evangelica”

–  “diventare pastori con l’odore delle pecore”… e che si senta !”

–  “offrire la propria vita per nutrire la speranza e la gioia di tutti”

Nella nostra parrocchia, per l’anno pastorale 2018 – 2019, progettiamo di meditare su queste 3 piste di riflessione… e se quest’idea fosse anche una sfida… per altre parrocchie nel mondo? Non pensate che il volto di CRISTO sarrebbe più visibile e più luminoso?…

PROVIAMO… COME BARNABA…!

 

 

 

 

 

BEATI I CUORI CHE CERCANO DIO

LA VOCE DEL SIGNORE SCUOTE IL DESERTO

V VI III                            III IV V

VI             II                       II            VI

VII              I                     I              VII

VIII                                                  VIII

IX                                                  IX

X                                            X

XI                                        XI

XII                                   XII

XIII                           XIII

XIV                 XIV

XV

DIO È PIU GRANDE DEI NOSTRI CUORI

” Quanto è prezioso il tuo Amore, o Dio !

si rifugiano gli uomini all’ombra delle tue ali

è in te la sorgente della vita, alla tua luce vediamo la luce”.

(Salmo 35)

… abbiamo quaranta giorni per allargare i nostri cuori angosciati e lasciarci raffinare al fuoco del suo amore per trasformare le nostre ceneri in “polvere di stelle” ( Hubert REEVES)

 

 

 

 

 

LUNA MERAVIGLIOSA PER LA FESTA DEL 2 FEBBRAIO

I cieli narrano la gloria di Dio, l’opera delle sue mani annuncia il firmamento.

Il giorno al giorno ne affida il racconto e la notte alla notte ne trasmette notizia.

Senza linguaggio, senza parole, senza che si ode la loro voce, per tutta la terra si diffonde il loro annuncio.

SALMO 18

LA LUCE VERDE DEL TEMPO ORDINARIO

Durante questo ” tempo ordinario”, ti auguro di vivere

senza lasciarti comprare dal denaro,

senza marca, senza etichetta,

senza sospettare o condannare, nemmeno a fior di labbra…

Ti auguro di vivere in un mondo ordinario, dove ognuno abbia il diritto di diventare tuo fratello.

Jean Debruyne

 

 

VETRO COLORATO

Ci fai il regalo, Signore Dio, di un anno nuovo come 365 pezzi di luce per creare il vetro colorato della nostra vita.

Ci metterò il rosso del’ Amore,

il giallo della gioia,

il blu della pace,

il verde della speranza…

Conserverò l’oro per i giorni luminosi, il grigio per la pazienza e il nero per la tristezza, senza dimenticare il bianco per l’imprevedibile.

Cementerò il tutto con la fiducia in te e la preghiera.

Ti chiedo una cosa sola, Signore Dio, illumina questo vetro colorato della mia vita con la Luce della tua Presenza e il fuoco del tuo Spirito, cosi, per trasparenza, la tua bellezza risplenderà, perchè, al di fuori di te, non c’è niente:

SEI IN TUTTO E TUTTO E IN TE!

ALBERO DI VITA

Sul sentiero dell’AVVENTO, ho scoperto l’umiltà, la pazienza, il silenzio: segreti dell’albero di vita dove nasce un tesoro prezioso: l’AMORE!

LUI, L’ALTISSIMO, SI INCARNA… PER INVITARCI A DIVENTARE RISURREZIONE.

E se fosse questo NATALE?

… un regalo inestimabile, meraviglioso come l’AMORE UNICO DI UN PADRE, che si fa:

grano piccolissimo di eternità per crescere nel cuore dell’uomo,

fiore straordinario per profumare il mondo,

frutto in abbondanza per nutrire la moltitudine.

BUON NATALE A TUTTI!